[vc_row][vc_column][pr_iconanimation icon_fontawesome=»fa fa-calendar-o» size=»2″ ico_color=»#ffffff»]

Nefesh: quarant’anni d’Accoglienza

Parola ebraica che si può tradurre con “anima”, Nefesh sta ad indicare la base permanente della persona che diviene.[/pr_iconanimation][/vc_column][/vc_row][vc_row full_width=»stretch_row_content» equal_height=»yes» css=».vc_custom_1480925814409{margin-right: 150px !important;margin-left: 150px !important;border-top-width: 10px !important;border-right-width: 15px !important;border-bottom-width: 10px !important;border-left-width: 15px !important;padding-bottom: -20px !important;background-color: #f2f2f2 !important;border-left-color: #777777 !important;border-left-style: solid !important;border-right-color: #777777 !important;border-right-style: solid !important;border-top-color: #777777 !important;border-top-style: solid !important;border-bottom-color: #777777 !important;border-bottom-style: solid !important;border-radius: 15px !important;}»][vc_column width=»1/4″ css=».vc_custom_1480251818604{padding-left: 50px !important;}»][vc_column_text]Concepita come ideale nel 1972 (sul modello delle No Profit Organizations americane), a partire dal 1978 l’Associazione Nefesh diventa anche una concreta avventura di impegno caritativo e condivisione valoriale: sotto la sua egida un gruppo di volontari guidati da Don Lanfranco Lumetti e Anna Rompon fonda infatti in quell’anno la “Casa della Carità” di S. Faustino di Rubiera, comunità d’accoglienza sorta come risposta alla pressante domanda di pronto soccorso sociale e riabilitazione per emarginati di diverse estrazioni.
Da quel momento, la Casa della Carità rimarrà il vero cuore pulsante del progetto lumettiano, a fronte di un’evoluzione di iniziative collaterali e assetti istituzionali di Nefesh, di cui elenchiamo le tappe significative:

 

[/vc_column_text][/vc_column][vc_column width=»1/4″][vc_column_text]1990, su impulso dell’Associazione Nefesh nasce la Coop. Soc. Hinnam, costituita per gestire una falegnameria con funzioni di Scuola Professionale di Reinserimento Sociale.
1990, sempre su impulso dell’Associazione Nefesh nasce l’Esagono s.r.l., per gestire una sala di registrazione che ospita anche attività sperimentali di produzione musicale;
1992, nasce Sida, come Associazione di Volontariato per studiare ed affrontare il disagio da Aids.
1998, l’Associazione Nefesh acquisisce la qualifica di Onlus.
2000, viene costituita la Cooperativa Sociale Nefesh, che eredita dall’Associazione Nefesh la gestione diretta dell’attività assistenziale della Casa della Carità. L’Associazione rimane, ma con scopi di sostegno alla Cooperativa.[/vc_column_text][/vc_column][vc_column width=»1/4″][vc_column_text]2001, su impulso della Coop. Soc. Nefesh nasce la Coop. Soc. Il Soffione, impegnata nel reinserimento lavorativo di svantaggiati in ambito di agricoltura biologica.
2003 l’Associazione Nefesh diventa Fondazione Nefesh. A questo punto l’assetto organizzativo si chiarisce ulteriormente: alla Cooperativa Sociale l’organizzazione e la gestione delle attività socio-assistenziali, alla Fondazione l’amministrazione patrimoniale dei lasciti lumettiani (irrevocabilmente vincolati a finalità filantropiche) e la promozione di una cultura della solidarietà.
In trent’anni di attività, la Casa della Carità ha ospitato più di 1300 emarginati.[/vc_column_text][/vc_column][vc_column width=»1/4″ css=».vc_custom_1480251830003{padding-right: 50px !important;}»][vc_column_text]

La convivenza comunitaria tutt’ora mira a: recuperare nell’ospite una dimensione di dignità personale, sviluppare la sfera relazionale, accrescere e consolidare la competenza lavorativa (in un’ottica di socializzazione adulta), favorire la revisione dello stile di vita. In tal senso, la dimensione dell’accoglienza “mista” (per età, sesso, tipo di problema) aiuta a prevenire il ricostruirsi di ambienti esasperati dalla medesima problematica, a promuovere una solidarietà reciprocamente compensatrice fra i diversi tipi di difficoltà, sollecitare negli ospiti l’impiego delle energie residue provocandole alla condivisione, mediare le singole difficoltà con la costruzione di un ambiente di vita dove il confronto susciti coordinamento anziché esclusione.

[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row css=».vc_custom_1480251507915{margin-right: 50px !important;margin-left: 50px !important;}»][vc_column width=»1/2″][vc_column_text]

Don Lumetti

[/vc_column_text][/vc_column][vc_column width=»1/2″][vc_column_text]

Anna Rompon

[/vc_column_text][vc_row_inner][vc_column_inner width=»1/2″][/vc_column_inner][vc_column_inner width=»1/2″][/vc_column_inner][/vc_row_inner][/vc_column][/vc_row][vc_row full_width=»stretch_row_content» css=».vc_custom_1480856808800{border-top-width: 1px !important;border-right-width: 15px !important;border-bottom-width: 15px !important;border-left-width: 15px !important;border-left-color: #ffffff !important;border-left-style: solid !important;border-right-color: #ffffff !important;border-right-style: solid !important;border-top-color: #ffffff !important;border-top-style: solid !important;border-bottom-color: #ffffff !important;border-bottom-style: solid !important;border-radius: 15px !important;}»][vc_column width=»1/2″][pr_animatebox images=»176″ title=»La biografia di Don Lumetti» descript=»Chi era e cosa ha fatto Don Lumetti» title_f_size=»18″ descr_f_size=»14″][vc_btn title=»Vai alla biografia» color=»mulled-wine» size=»lg» align=»center» link=»url:http%3A%2F%2Fwww.fondazionenefesh.it%2Findex.php%2Fdon-lumetti-biografia%2F|title:don%20lumetti%20biografia|target:%20_blank|»][pr_animatebox images=»170″ title=»La bibliografia di Don Lumetti» descript=»Cosa ha scritto Don Lumetti» title_f_size=»18″ descr_f_size=»14″][vc_btn title=»Vai alla bibliografia» color=»mulled-wine» size=»lg» align=»center» link=»url:http%3A%2F%2Fwww.fondazionenefesh.it%2Findex.php%2Fdon-lumetti-bibliografia%2F|title:don%20lumetti%20bibliografia|target:%20_blank|»][vc_row_inner][vc_column_inner][/vc_column_inner][/vc_row_inner][/vc_column][vc_column width=»1/2″][pr_animatebox images=»222″ title=»Anna Rompon» descript=»Chi era e cosa ha fatto Anna Rompon» title_f_size=»18″ descr_f_size=»14″][vc_btn title=»Vai alla biografia» color=»mulled-wine» size=»lg» align=»center» link=»url:http%3A%2F%2Fwww.fondazionenefesh.it%2Findex.php%2Fanna-rompon%2F|title:anna%20rompon%20biografia|target:%20_blank|»][/vc_column][/vc_row]